Dalla Svizzera l’Innovazione Energetica: La Tecnologia che Bilancia la Rete Elettrica

La sostenibilità è una parola chiave fondamentale nel mondo di oggi, specialmente quando si tratta di innovazione e tecnologia. La crescente necessità di trovare soluzioni innovative ed ecologiche sta guidando l’evoluzione del settore energetico, con una particolare enfasi sullo sviluppo di fonti di energia rinnovabile e su soluzioni di stoccaggio dell’energia più efficienti. La Svizzera è all’avanguardia in questo campo con il progetto Nant de Drance, un impianto di pompaggio idroelettrico situato nel cantone del Vallese. Questo progetto rivoluzionario è fondamentale per la transizione dell’Europa verso un futuro alimentato da energia verde e rappresenta un significativo passo avanti nel campo dell’innovazione sostenibile.

Innovazione Sostenibile e Capacità di Produzione

Nant de Drance, una chiave fondamentale nell’innovazione sostenibile, ha una potenza nominale di 900 megawatt e una capacità di stoccaggio di 20.000 megawattore, portando ad un aumento del 35% della capacità di stoccaggio idroelettrico installata in Svizzera, ora pari a 3.462 MW. Il progetto, che ha richiesto 14 anni per essere completato, comprende 17 chilometri di tunnel sotterranei che ospitano sei enormi turbine alimentate dall’acqua che scorre attraverso un tubo d’acciaio in una caverna lunga quanto due campi da calcio. L’uso di turbine a pompa a velocità variabile consente all’impianto di passare dalla modalità di pompaggio a quella di produzione di energia in soli cinque minuti, contribuendo così a ridurre il rischio di blackout quando l’energia solare ed eolica non sono costantemente disponibili.

Ruolo di Equilibrio nella Produzione e Consumo di Elettricità

Il ruolo di Nant de Drance nell’equilibrio tra produzione e consumo di energia elettrica è essenziale per garantire la stabilità della rete elettrica. Quando c’è un eccesso di elettricità nella rete, ad esempio da produzione solare o eolica, l’acqua viene pompata dal serbatoio inferiore a quello superiore, consumando elettricità. Al contrario, quando la domanda di elettricità è superiore alla produzione, l’acqua viene fatta fluire dal serbatoio superiore a quello inferiore, generando elettricità. Questo sistema innovativo consente di mantenere l’equilibrio nella rete elettrica, immagazzinando energia quando non è necessaria e rilasciandola quando è richiesta.

Minimo Impatto Ambientale

Un vantaggio significativo del progetto Nant de Drance è il suo basso impatto ambientale, un aspetto cruciale dell’innovazione sostenibile. A differenza delle tradizionali centrali idroelettriche a flusso aperto, che richiedono la costruzione di dighe e possono interrompere gli ecosistemi fluviali locali, Nant de Drance ha utilizzato infrastrutture esistenti e ha svolto la maggior parte dei lavori sottostanti, limitando l’impatto sul paesaggio circostante. Inoltre, Nant de Drance SA, WWF e Pro Natura hanno annunciato 15 progetti per compensare l’impatto ambientale della costruzione della centrale, principalmente volti a ricreare biotopi locali, in particolare zone umide, per incoraggiare la ricolonizzazione da parte di specie animali e vegetali a rischio in Svizzera.

Contributo alla Sostenibilità del Trasporto Pubblico

Un altro aspetto interessante di Nant de Drance è la partecipazione delle Ferrovie Federali Svizzere (SBB) come uno dei quattro partner che possiedono la società Nant de Drance SA. Le SBB operano già con una quota del 90% di energia idroelettrica, generata principalmente dai propri impianti. L’aggiunta di Nant de Drance rappresenta quindi un ulteriore passo verso un trasporto pubblico più sostenibile, contribuendo a stabilizzare la rete elettrica svizzera ed europea.

Costi e Finanziamenti

Sebbene i costi iniziali per la costruzione di impianti idroelettrici siano elevati, questi vengono ammortizzati nel medio e lungo termine grazie a costi operativi e di manutenzione relativamente bassi rispetto ad altre fonti di energia rinnovabile. Nant de Drance finanzia se stesso sui mercati del debito e degli equity quando necessario, e i quattro partner proprietari dell’impianto condividono i costi e i benefici della produzione e delle capacità di pompaggio in proporzione alla loro partecipazione azionaria.

Il Futuro dell’Energia Idroelettrica

L’energia idroelettrica rappresenta circa il 16% della produzione totale di energia elettrica nel mondo, pari a quella combinata di energia eolica e solare, e circa il 60% di tutta l’energia elettrica rinnovabile. Per limitare l’aumento della temperatura globale a 1,5 gradi Celsius, l’Agenzia Internazionale dell’Energia prevede che sarà necessario raddoppiare la capacità idroelettrica globale entro il 2050. Progetti come Nant de Drance rappresentano quindi un passo importante verso un futuro energetico più sostenibile, non solo in Europa, ma in tutto il mondo.

Conclusioni

L’innovazione sostenibile è fondamentale per il nostro futuro e progetti come Nant de Drance rappresentano un esempio eccellente di come l’innovazione tecnologica possa contribuire a creare un futuro più sostenibile. Questo progetto non solo contribuisce a stabilizzare i costi dell’energia elettrica e a ridurre il rischio di blackout, ma lo fa minimizzando l’impatto ambientale e contribuendo a creare un trasporto pubblico più sostenibile. È un modello che dovrebbe ispirare ulteriori innovazioni nel settore delle energie rinnovabili in tutto il mondo.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Team The Greenest

Team The Greenest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici
Iscriviti alla nostra newsletter
ricevi mensilmente le notizie più interessanti su sostenibilità e greentech

Trasforma le parole in azione!

Scegli il tuo percorso:

Privati

Diventa un ambassador come privato e aiutaci a salvare il pianeta

Aziende

Diffondi una cultura della sostenibilità con la tua azienda